Separazione e divorzio: competenza relativa ai comportamenti pregiudizievoli del benessere della prole.


La Corte di Cassazione sulla competenza in merito a comportamenti pregiudizievoli dell'interesse della prole nel giudizio di separazione

La Corte di Cassazione si è nuovamente pronunciata sulla competenza del giudice chiamato a decidere in merito a comportamenti pregiudizievoli dell'interesse della prole in pendenza del giudizio di separazione.

Nello specifico la Corte era stata chiamata a pronunciarsi in merito ad un regolamento di competenza sollevato al seguito del diniego del Tribunale per i Minorenni adito per una procedura destinata ad ottenere la decadenza dalla potestà genitoriale di uno dei coniugi separandi. Competenza che era stata ravvisata dallo stesso Tribunale sussistente in favore del Giudice adito per la separazione.

Confermando le precedenti pronunce, la sentenza n.4945 - 27 febbraio 2013, la Cassazione ha nuovamente ribadito la competenza del Giudice del procedimento (nel caso della separazione, ma anche dell'eventuale divorzio) relativamente alle questioni inerenti l'esercizio della potestà genitoriale (o altre questioni comunque riguardanti il minore).

Dunque, eventuali domande in merito devono essere trattate dallo stesso giudice ritenute comunque prevalenti le disposizioni contenute negli articoli 709 ter e 155 c.c. rispetto ad altre (identificanti altre competenze).

Analoga decisione (in grado inferiore ma ben conforme alla allora depositanda sentenza) è stata quella del Giudice Tutelare di Latina (VN c/ MR - 10 gennaio 2013) che ha ritenuto sussistenza la competenza del Giudice investito del giudizio relativo al divorzio anche nella fase introduttiva (deposito del ricorso) purché già fissata la prima udienza di comparizione delle parti.

Altre Iniziative

L'informazione giuridica e legale per tutti:il portale per gli approfondimenti nelle materie del diritto della famiglia (separazione e divorzio), diritto penale e penale minorile e la tutela del consumatore.

Servizi di consulenza legale ON-LINE: lo Studio legale offre, mediante la compilazione degli appositi modelli di richiesta, la possibilità di usufruire di un servizio di consulenza legale on line.

Il formulario civile e penale: atti predisposti nelle materie del diritto civile e del diritto penale, modulistica varia.