E dopo la separazione o il divorzio? Le vicende della crisi coniugale e la rinegoziazione delle relazioni. di coppia.


Il dopo separazione (o divorzio), inteso come il verificarsi del momento formale in cui questa si realizza, è spesso fonte di nuovi conflitti causati dall'emergere di emozioni e reciproche posizioni prima assorbite dalla quotidianità del disagio familiare. Assegnazione della casa coniugale, obbligo di mantenimento, diritto di visita, relazione con il nuovo partner sono aspetti per i quali una diversa prospettiva di percezione assume una precisa funzione deflattiva del conflitto.





Le cause della separazione

Tolte le separazioni "necessitate" da altri problemi (abusi psicologici, violenze intrafamiliari, abusi sessuali (o di altro tipo) nei confronti dei figli, dipendenze ecc..) queste sono le mine vaganti che innescano il conflitto nella fase, se vogliamo usare un termine medico, conclamata della separazione.

Forse da aggiungere la presenza di una nuova relazione magari omosessuale!!!... ma questo rientra nel gioco della rottura del legame tanto che, oggi, una relazione extra coniugale può essere giudicata rilevante ai fini di un eventuale addebito nelle cause della separazione solo se questa venga ad essere considerata, dal giudice, unico elemento determinate della stessa.

Dunque si litiga prima di pensare alla separazione perché il partner è "insopportabile", poi si litiga perché l'insopportabile partner (che mi ha "costretto"; alla separazione) ha causato una serie di effetti per me negativi: effetti però tipici e prevedibili: in realtà il dopo separazione dipende dal prima!

La comprensione dei motivi

Occorre, con l'aiuto dell'avvocato (o anche di altri professionisti di supporto) comprendere come la separazione (o il divorzio) siano momenti che riguardano solo ed esclusivamente il legame di coppia e che nulla hanno a che vedere con gli effetti che si produrranno: questi sono in buona sostanza predeterminati e conoscibili prima di affrontare la separazione, dunque gestibili e negoziabili senza necessità che ciò avvenga in modo inutilmente conflittuale. È necessario un profondo cambio di prospettive per entrambi i partner sia che siano attori della separazione (che siano il motore di questa, anche reciprocamente) o che siano nelle condizioni di subirla e magari manifestare l'intenzione di non volerla.

Ricordiamoci che ognuno degli effetti giuridici della separazione è predeterminato ad essa poiché, non appartenendo alla sfera emozionale o affettiva, si trova inserito in un contesto di regole che hanno "poca propensione" ad essere reinterpretate: l'idea di fondo di questo articolo è quella di cercare di comprendere come il dopo separazione (o divorzio) possa essere vissuto secondo prospettive realmente deflattive del potenziale conflitto tra coniugi operando semplici passaggi di rinegoziazione e comprensione (mediazione) delle rispettive posizioni.

Altre Iniziative

L'informazione giuridica e legale per tutti:il portale per gli approfondimenti nelle materie del diritto della famiglia (separazione e divorzio), diritto penale e penale minorile e la tutela del consumatore.

Servizi di consulenza legale ON-LINE: lo Studio legale offre, mediante la compilazione degli appositi modelli di richiesta, la possibilità di usufruire di un servizio di consulenza legale on line.

Il formulario civile e penale: atti predisposti nelle materie del diritto civile e del diritto penale, modulistica varia.