L'affidamento temporaneo dei minori ed il legame con la famiglia di origine.


Il regime di affidamento temporaneo dei minori ed il mantenimento del legame con la famiglia di origine.

L’affidamento temporaneo dei minori è un intervento volto ad assicurare risposte al bisogno affettivo, al mantenimento, all’educazione e all’istruzione dei minori temporaneamente privi di un contesto  familiare idoneo. Finalità di questo intervento è sia il sostegno del minore che quello verso la sua famiglia di origine attraverso un lavoro congiunto di tutti i soggetti coinvolti. L’affidamento temporaneo assicura al minore il diritto ad una famiglia che integri o sostituisca temporaneamente quella d’origine con l’obiettivo del rientro dello stesso nel proprio nucleo familiare.

Perché accade: per decisione dei genitori stessi o per intervento del giudice, se la famiglia è impossibilitata temporaneamente a prendersi cura del figlio e non si può disporre per misure che consentono al minore di rimanere in famiglia, questo viene dato in affidamento ad un'altra persona o ad un istituto che provveda alla sua cura per la durata dell’ impedimento.

Se invece la situazione di abbandono o di impedimento si protrae nel tempo o diviene irreversibile, al giudice spetta di pronunciare l’ adozione.

Presupposto di questa forma di affidamento è che , a causa di circostanze transitorie, i genitori non sono in quel momento in grado di offrirgli ciò di cui hanno bisogno.

Il legislatore ha voluto garantire al minore, una breve parentesi di vita al di fuori del problematico contesto familiare i n cui si trovava, inserendolo in una diversa famiglia in grado di assicurargli mantenimento, istruzione e relazioni affettive( art.2 legge 28 marzo 2001).

In questa forma di affidamento temporaneo non si spezza il legame con la famiglia d’ origine, scopo dell’ istituto è infatti, il reinserimento del minore nella propria famiglia d’ origine.

Con questo provvedimento chiaramente verranno specificate le motivazioni del provvedimento stesso, la presumibile durata( max 2 anni), le modalità con le quali i genitori possono mantenere contatti con il minore, ed il servizio sociale responsabile a cui fare costante riferimento.

L’ affidamento temporaneo non va confuso con l’ adozione, l’ affidamento è caratterizzato dalla temporaneità, inoltre, mentre con l’ adozione vengono interrotti i rapporti tra il bambino e i genitori naturali, durante l’ affido i legami con la famiglia originaria sono mantenuti e incentivati.

Argomenti correlati

-----------------------

Altre Iniziative

L'informazione giuridica e legale per tutti:il portale per gli approfondimenti nelle materie del diritto della famiglia (separazione e divorzio), diritto penale e penale minorile e la tutela del consumatore.

Servizi di consulenza legale ON-LINE: lo Studio legale offre, mediante la compilazione degli appositi modelli di richiesta, la possibilità di usufruire di un servizio di consulenza legale on line.

Il formulario civile e penale: atti predisposti nelle materie del diritto civile e del diritto penale, modulistica varia.