La possibilità di avere nuove relazioni e nuovi partner nella separazione personale dei coniugi o nel divorzio

nuova-relazione-partner-compagno-separazione-divorzio.html
La possibilità di avere una nuova relazione durante la separazione o in vista del divorzio, considerazioni giuridiche e valutazioni sulle conseguenze della presenza del nuovo compagno o della nuova compagna anche in relazione ad eventuali trasferimenti di residenza o cambio di città.

Una delle domande che frequentemente viene posta nell’approccio al percorso della separazione o dopo che questa sia stata formalizzata – indistintamente da clienti di sesso femminile o maschile – riguarda l’instaurazione di nuove relazioni: il dubbio che viene esplicitato tocca sostanzialmente tutti gli aspetti del come, del dove, del quando che una nuova relazione può creare.

Senza scendere nel dettaglio di aspetti che riguardano altri ambiti professionali (es. la consulenza o il supporto di tipo psicologico) il tema può essere affrontato distinguendo due ambiti generali: separazione o divorzio senza prole e separazione e divorzio con prole.

É bene premettere che separazione e divorzio devono essere considerati come due momenti di mutamento profondo e definitivo (specie nel secondo caso con la cessazione degli effetti civili del matrimonio) del legame di coppia: una visione più oggettiva e libera da “vissuti” può essere di grande aiuto, ad esempio, alla riduzione o all’eliminazione del conflitto.

Ulteriore e doverosa premessa riguarda il fatto che le considerazioni di seguito esposte non devono essere interpretate come legittimanti condotte in contrasto con ciò che, in ogni caso, deve ritenersi idea prevalente ovvero il rispetto di ciò che l’espressione familiare rappresenta secondo una condivisa prospettiva etica, morale e deontologica: ciò che si tratta riguarda la coppia che, superato il proprio “punto di non ritorno”, è nella prospettiva di evolvere le proprie dinamiche verso la con l’opportunità (attraverso la piena comprensione di ciò che può accadere) di evitare o ridurre drasticamente l’eventuale conflittualità.

©Studio Legale Paternostro 2009-2017

Lascia un commento