Profilazione del cliente, marketing, analisi delle preferenze e geolocalizzazione: analisi ed aggregazione dei dati e tutela della privacy.


La possibilità di coordinare tra loro le moderne tecnologie di comunicazione al fine di ottenere dati utili alla profilazione invasiva del cliente / utente in relazione alla normativa in materia di tutela dei dati personali. La pubblicità comportamentale e la profilazione del cliente.





Le abitudini di vita e le preferenze individuali: le tessere del supermercato e le tessere carburante.

Tizio, per vivere, ha bisogno di nutrirsi... single o padre di famiglia dovrà pur fare la spesa! Magari, al ritorno dal lavoro, si fermerà al centro commerciale vicino casa e, invogliato (o meglio indotto) dalle continue richieste delle cassiere (o dalla ripetizione della richiesta sul video dei terminali per il pagamento self service) prima o poi farà la sua benedetta tessera per ottenere punti, sconti, premi o per non fare la fila alla cassa. Per ottenere la sua agognata tesserina compilerà un modulo di richiesta dove indicherà (almeno) i suoi dati anagrafici, i suoi recapiti (telefonici – magari anche il numero di cellulare - e di posta elettronica) ed alle volte indicherà anche generici interessi (cosa ti piace fare, quali sono gli sport che pratichi ecc.. ecc..). Ha fornito, spontaneamente e prestando il consenso al trattamento, “dati identificativi” e “dati personali”! Poco male si potrebbe dire.. si potrebbe dire... in realtà potrebbe aver fornito la base per elaborazioni (profilazioni) ulteriori e molto più invasive. Tizio, ormai certo della convenienza relativa al possesso della “tessere cliente” decide come convenga farla anche per il rifornimento del carburante, considerato anche che i punti accumulati da una parte possono essere utilizzati anche dall'altra... e perché no, anche verso il gestore della rete di comunicazione cellulare (che a sua volta propone un programma di raccolta punti e premi). A questo punto, almeno tre soggetti distinti, conoscono gli stessi dati identificativi e personali di Tizio... cosa ci possono fare? Mandargli pubblicità a casa? ….non solo!

Quando Tizio passa la sua tesserina al supermercato non realizza altro che una specifica associazione tra dati identificativi e dati di consumo: l'esercente commerciale è in grado di conoscere il singolo acquisto (bene specifico) e di associarlo univocamente ad un soggetto. Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei! Ovvero posso – in modo diretto – conoscere con estrema precisione le abitudini alimentari di Tizio e fare deduzioni (piuttosto precise) sulla capacità di spesa, sulla ipotetica composizione del nucleo familiare, sulle caratteristiche intrinseche del prodotto acquistato e sull'efficacia delle strategie di marketing che ne hanno determinato l'acquisto.... posso anche ipotizzare – perché no – l'orientamento religioso (non compra carne di maiale o non compra affatto carne)! Tutto questo sia per una specifica analisi contingente nonché storica e sempre per il singolo individuo! L'associazione dei dati di spesa non avviene sul totale pagato ma sui singoli prodotti... e se il pagamento non avviene in contanti... posso conoscere anche l'istituto di credito del quale Tizio è cliente e come gestisce il proprio budget (ad esempio se effettua pagamenti con bancomat piuttosto che con carta di credito) e disporre di un ulteriore dato da analizzare. Tizio è andato al supermercato in macchina? Dunque posso conoscere i dati relativi al consumo di carburante, il tipo di veicolo posseduto ed il suo utilizzo e non è lontano dalla realtà (considerata la possibilità di interscambio dei punti premio) che questi dati possano essere “trattati” insieme a quelli relativi a consumi alimentari o di altri generi proposti dalla distribuzione. Posso conoscere anche qualcosina in più del mio buon Tizio: ad esempio la frequenza degli spostamenti in autovettura in relazione alle quantità di carburante consumate (visto che possono conoscere anche il tipo di autovettura) ed in relazione al dove il rifornimento avviene! Ad esempio è più che normale che un rifornimento completo in vista del 15 agosto, in una località a 400 chilometri da quella di residenza, indichi che Tizio si trovi in vacanza nel luogo in cui effettua il rifornimento. Quindi Tizio, nel suo quotidiano, ha (più o meno volontariamente) consentito che, accanto ai semplici dati identificativi della sua persona, possa essere struttura una accurata profilazione di caratteristiche personali almeno intermedie rispetto alla categoria dei “dati sensibili” ma che comunque possono prestarsi ad usi “particolari”: si tratta di dati relativi all'individuo “parzialmente aggregati” che, tuttavia, non sono più i semplici dati identificativi. E qualche piccolo problema potrebbe già esserci dal momento che la “moda” delle tessere punti o tessere sconto si è diffusa anche al settore dei medicinali: molte farmacie propongono le stesse modalità di fidelizzazione (chiamiamola così) del cliente, solo che in questo caso siamo in pieno nel settore dei dati relativi alla condizioni di salute dell'individuo! Tizio, parzialmente profilato, è identificabile in molti modi... anche attraverso un account di posta elettronica ed un numero di utenza cellulare... il gestore della rete mobile consente lo scambio dei punti... non lo dimentichiamo!

Argomenti correlati

Dal volantino davanti alla scuola... all'enciclopedia da 7000 euro!
La vendita di una enciclopedia multimediale attraverso la raccolta di nominativi davanti alle scuole, pubblicità ingannevole - tutela del consumatore ed intervento dell'autorità garante per la concorrenza ed il mercato (sintesi dei provvedimenti e delle istruttorie).

Tutela del consumatore: piccolo vademecum sulle pratiche commerciali ingannevoli, scorrette, illecite e strumenti di tutela per il consumatore
Le pratiche commerciali scorrette, ingannevoli o illecite, alcuni esempi in riferimento alle vigente normativa di protezione del consumatore: come comportarsi se... Parte seconda, Parte terza

Truffe varie: la lotteria fantasma
La truffa della lotteria fantasma, falsa comunicazione di vincita alla lotteria spagnola inviata per posta ordinaria: un tentativo di ottenere denaro per il disbrigo di inesistenti pratiche relative alla presunta vincita del primo premio di una lotteria alla quale non si è mai partecipato.

Altre Iniziative

L'informazione giuridica e legale per tutti:il portale per gli approfondimenti nelle materie del diritto della famiglia (separazione e divorzio), diritto penale e penale minorile e la tutela del consumatore.

Servizi di consulenza legale ON-LINE: lo Studio legale offre, mediante la compilazione degli appositi modelli di richiesta, la possibilità di usufruire di un servizio di consulenza legale on line.

Il formulario civile e penale: atti predisposti nelle materie del diritto civile e del diritto penale, modulistica varia.