Catefil

quanto dura il periodo di inserimento al nido?
« il: Marzo 06, 2013, 03:16:44 pm »
Ciao, l'anno prossimo (a settembre credo) portiamo Elia al nido... insomma... io non sono tanto contenta ma la scelta è stata praticamente imposta dal fatto che non abbiamo praticamente nessuno dei familiari che ci può dare una mano. Mia madre dice che non è in grado e mia suocera abita davvero lontano... sono figlia unica ed il mio compagno pure... quindi o io a casa o Elia al nido...
Le maestre che abbiamo incontrato quando abbiamo fatto la prima visita "ufficiale" al nido ci hanno detto che prima di iniziare ci sarà un incontro con noi genitori e ci ha accennato che ci sarà un periodo di inserimento e che non ci sarà possibilità di saltare questo. Cioè dovremo essere presenti la mattina e poi tornare a casa fino a che non ci sarà il mangiare e poi il pomeriggio.... ma tre mesi sono tanti... noi lavoriamo e non possiamo permetterci tante assenze o permessi.

Quello che volevo chiedere è se ci sono possibilità di accorciare questo periodo magari c'è un modo... possiamo chiedere alla direttrice o come si chiama... pedagogista... (ma non è la stessa cosa?)

Re:quanto dura il periodo di inserimento al nido?
« Risposta #1 il: Marzo 06, 2013, 03:18:08 pm »
L'inserimento al nido ha una durata che può variare a seconda della struttura in cui il bambino viene inserito sulla base della linea pedagogica che viene adottata. Solitamente nelle strutture private avviene più velocemente rispetto a quelle comunali. Ma esistono differenze da struttura a struttura e soprattutto da città a città. Non può essere un periodo breve perché è impensabile che un bambino così piccolo possa affidarsi a persone sconosciute dando loro fiducia, considerando poi, che questo comporta un distacco significativo dai propri genitori. Inizialmente si trascorrono brevi momenti nella struttura insieme al bambino...dopo qualche giorno cominciano i distacchi che a seconda delle reazioni del piccolo possono diventare via via più lunghi. Questa fase è la fase più lunga dell'inserimento e la più complicata....consolidata la mattina, si comincia con il pranzo e per ultimo il sonno. Certo tre mesi sono veramente tanti ed è assolutamente comprensibile che due genitori non riescano a sostenere un'assenza così lunga dall'ambiente lavorativo. Di norma l'inserimento al nido ha la durata di un mese e vengono in anticipo fornite le modalità nella quale si svolgerà in modo che i due genitori si possano organizzare di conseguenza. E' comprensibile che molti genitori non avendo aiuti siano costretti a ricorrere al nido pur non essendone convinti ma strada facendo si finisce con il rilassarsi perché si scopre che è una scelta che porta anche arricchimento al proprio bambino. E' giusto accompagnare il proprio figlio in questo viaggio rispettando i suoi tempi, ma chiedere ad un genitore di assentarsi tre mesi dal lavoro mi sembra davvero esagerato. Rivolgersi alla pedagogista se qualcosa non è chiaro è sempre cosa indicata, in questo caso mi sento di consigliarle di contattarla quanto prima per avere effettiva conferma circa la durata dell'inserimento escludendo un eventuale fraintendimento.