RudyG

assegnazione della casa di famiglia se sono pensionato
« il: Ottobre 21, 2013, 10:02:42 am »
Sono sposato da sedici anni e ho un figlio di quindici, e l'anno scorso sono andato in pensione con la liquidazione e prendo circa 1200 euro al mese. Mia moglie mi ha detto che si vuole separare, ma la mia domanda non è tanto sul fatto che si vuole separare ma piuttosto sul fatto che la casa è mia perché l'ho comprata cinque anni prima di sposarmi e quindi mi chiedevo se nella separazione questo conta oppure potrebbe essere assegnata alla mia futura ex moglie lo stesso.
Grazie

Federico N.

Re:assegnazione della casa di famiglia se sono pensionato
« Risposta #1 il: Ottobre 21, 2013, 10:46:24 am »
Purtroppo in sede di separazione l'assegnazione della casa coniugale prescinde dalla proprietà dell'immobile che può effettivamente essere di proprietà di solo uno dei coniugi o in comproprietà (ma ci sono anche altre ipotesi) e l'assegnazione stessa è operata in funzione di differenti parametri valutati di volta in volta dal Giudice investito della procedura.
Nel suo caso la presenza di prole minore è sicuramente l'elemento determinante, infatti in questo caso trova piena applicazione l'articolo 155-quater del codice civile che recita testualmente:

Citazione
Il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell'interesse dei figli. Dell'assegnazione il giudice tiene conto nella regolazione dei rapporti economici tra i genitori, considerato l'eventuale titolo di proprietà.

Ovviamente, riguardo i profili economici della separazione, questi terranno necessariamente conto della reciproca capacità reddituale.

Le segnalo questi approfondimenti:

L'obbligo di corresponsione dell'assegno in favore del coniuge separato: il mantenimento della prole, il titolo ed il recupero del credito. L'assegno di mantenimento in favore del coniuge e della prole, natura e determinazione, violazione dell'obbligo di corresponsione, esecuzione dell'obbligazione.

La sorte della casa coniugale in caso di separazione o divorzio: presupposti del provvedimento di assegnazione, locazione, comproprietà, spese ed oneri di gestione, mutuo gravante sull'immobile. Cosa succede alla casa coniugale in caso di separazione o divorzio? I temi relativi ai presupposti dell'assegnazione dell'immobile ad un coniuge piuttosto che all'altro in ragione della presenza o meno della prole, la sorte delle spese e dei rapporti giuridici collegati all'immobile nonchè una breve analisi del caso di comproprietà derivante da acquisto effettuato mediante l'accensione di un mutuo.

La modifica delle condizioni di separazione o divorzio La possibilità di modificare i provvedimenti assunti in seguito alla separazione in seguito a inadempimenti o violazioni o per sopravvenute modificazioni delle condizioni dei coniugi. La modificabilità delle condizioni di divorzio.