UtenteAnonimo

ricorso separazione consensuale e ripensamento del marito
« il: Dicembre 09, 2013, 09:22:56 am »
io e mio marito abbiamo presentato il ricorso per la separazione consensuale ma non abbiamo ancora avuto la fissazione dell'udienza. è possibile che in questa fase vengano interpellati  anche i minori (9 e 13 anni)? mio marito ha cambiato idea e non vuole più la separazione, mentre è mia intenzione procedere in tal senso. durante la comparizione davanti al giudice cosa succede se lui dichiara di non volere più la separazione? grazie mille

Francesco Paternostro

Re:ricorso separazione consensuale e ripensamento del marito
« Risposta #1 il: Dicembre 09, 2013, 09:41:31 am »
Prima della fissazione dell'udienza presidenziale (prima udienza di comparizione delle parti) non viene effettuata alcuna attività (istruttoria o di altro tipo) se non quella rimessa alle parti ovvero l'eventuale notificazione di atti che, in questo caso, sarebbe necessaria solo in caso di instaurazione di un giudizio relativo ad una separazione contenziosa. Dunque è normalmente esclusa l'audizione dei figli minori.
Per quanto riguarda l'eventuale "ripensamento" del coniuge rispetto alla separazione sia manifestato espressamente in sede di udienza presidenziale (può essere espresso sino all'omologazione della separazione consensuale) oppure mediante la mancata comparizione (dissenso tacito) e perdurando la volontà di separarsi dell'altro coniuge, il Giudice (in sede di udienza presidenziale alla quale il coniuge che comunque vuole separarsi dovrà presenziare) dovrà disporre un mutamento di titolo della separazione da consensuale a giudiziale.
Il procedimento sarà reiterato dalla fase dell'udienza presidenziale con l'eventuale necessità di notifica del provvedimento nel caso il ricorso originario non sia stato presentato da entrambi i coniugi.