LisaP

Separazione e prova del tradimento su facebook
« il: Settembre 09, 2013, 09:31:44 am »
Io e mio marito stiamo per separarci perchè prima avevo il sospetto che mi stesse tradendo poi ho avuto la conferma che ha una relazione anche se lui è stato sempre a negare tutto non ammettendo mai e poi mai di aver conosciuto e di frequentare una donna che lavora con lui.
Ha sempre detto di non avere soldi per mandare avanti la famiglia ma poi è venuto fuori che i viaggi di lavoro che diceva di fare li faceva con l'amante e che si è anche comprato una macchina al 50% con lei.
Ho trovato le sue foto cioè le loro su facebook e su un sito dove si possono pubblicare foto gratis... le posso usare per dimostrare il tradimento? Grazie e buongiorno.

Francesco Paternostro

Re:Separazione e prova del tradimento su facebook Nuovo
« Risposta #1 il: Settembre 09, 2013, 10:48:53 am »
Buongiorno Lisa, la questione che ci sottoponi è piuttosto delicata, infatti - anche se recentemente è stata diffusa la notizia di una ordinanza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere relativa proprio alla materia - l'uso del materiale prelevato dalla rete a fini probatori resta problematico.
Nel tuo caso l'impiego di immagini prelevate da un social network (facebook o altro) è soggetto da un lato alle norme poste a tutela della privacy e dall'altro, all'inevitabile obiezione relativa alla genuinità del materiale di cui potresti avvalerti in sede processuale.
Quindi eventuali fotografie reperite in rete potranno essere utilizzate (ovviamente non quale unico elemento) solo se siano collocate in archivi pubblicamente accessibili e che la gestione di tali archivi sia effettivamente nella disponibilità della persona ritratta.... questo a significare l'effettiva volontà riguardo al fatto che le immagini siano effettivamente "messe in rete" come pubbliche, in caso contrario le stesse non potrebbero essere validamente utilizzate.
Il secondo ordine di problemi riguarda la modificabilità delle foto e comunque tutta il novero di questioni relative all'incertezza sull'effettiva genuinità del materiale "trattato" in formato esclusivamente elettronico (foto, files, registrazioni comunque facilmente alterabili). Per questo aspetto, ferme le possibili contestazioni in sede processuale, vale la discrezionalità del Giudice... sia per quanto riguarda l'ammissibilità della prova che la sua concreta valutazione.

« Ultima modifica: Ottobre 09, 2013, 12:59:39 pm da Francesco Paternostro »