Francesco Paternostro

La truffa dell'amico derubato all'estero
« il: Dicembre 06, 2013, 03:03:51 pm »
Qualche volta come conseguenza di qualche violazione di account specie sui social network scattano i tentativi di truffa più curiosi verso i nominativi dei collegamenti connessi allo stesso account violato.
Questo perché un messaggio, di qualsiasi tipo, che ci arriva da un contatto fidato e per di più con la "garanzia" del social network, ha molte più probabilità di raggiungere l'effetto truffaldino voluto.
Uno di questi tentativi, messo in atto proprio in concomitanza con la diffusione della violazione di un gran numero di account utente o di posta elettronica di alcuni social professionali nonché provider di servizi, ha questo contenuto:

Spero ciò ti arrivi in tempo utile. Sono stato a Bradford (United Kingdom)
e durante il mio soggiorno i miei documenti sono stati rubati insieme al
mio passaporto internazionale e la mia carta di credito che si trovava
nella mia borsa.
L’ambasciata è disposta ad aiutarmi permettendomi di prendere il volo per
il ritorno senza il passaporto perciò me ne hanno consegnato uno  di breve
durata; soltanto che devo  pagarmi il biglietto e le spese inerenti il
soggiorno in hotel. Con mio grande dispiacere ho scoperto di non poter
accedere al mio conto per prelevare il fabbisogno monetario di cui
necessito poiché non dispongo della carta di credito; per ovviare a tale
problema, la mia banca ha bisogno di tempo per elaborare tutti i dati che
mi servono per ripristinare il tutto. In tutto ciò ho pensato di ricorrere
al tuo aiuto per far sì che io possa quanto meno tornare in patria :
pensavo di chiederti un modico prestito che ovviamente ti restituirò non
appena sarò tornato. Devo assolutamente essere a bordo del prossimo volo.
Se puoi mandarmi i soldi, via Western Union sarebbe ottimo poiché è il modo
più veloce che ho per ricevere la somma.
Per favore, se potessi mandarmi i soldi mediante Western Union sito nella
località più vicina a te, sarebbe molto più conveniente per me; credo che
in 20 minuti verranno spediti e ricevuti da me. Sono spiacente per ogni
inconvenienza tale disguido possa crearti. Posso mandarti i dettagli su
come trasferire la somma. Spero di ricevere a breve la tua risposta.


Inutile dire che si tratta di una clamorosa bufala a cui, però, qualcuno potrebbe credere! Ma facciamoci solo qualche domanda... a parte che (in questo caso) il mittente è una donna (non è ovviamente riportato il mittente della email) ed il testo è scritto al maschie anche con qualche errore... ma il nostro amico derubato non ha il cellulare? E soprattutto, prima di rispondere, non dovrebbe giustamente venire a noi l'idea di fare una telefonata all'amico in difficoltà?