LongAdam

modifica dell'abbonamento cellulare ma non l'ho chiesto
« il: Ottobre 21, 2013, 10:11:32 am »
Buongiorno la mia domanda riguarda il contratto del cellulare che ho da circa tre anni in quanto era una promozione per avere anche lo smartphone pagandolo con la bolletta telefonica. Insomma, per farla breve, con l'ultima bolletta mi è stato comunicato che il mio contratto era stato modificato come avevo richiesto (ma io non avevo chiesto nulla) e mi veniva comunicata sia la nuova tariffa (che potrebbe pure essere conveniente) e il fatto che la durata del mio contratto sarebbe stata di due anni cioè, in pratica, se volessi cambiare operatore dovrei pagare una penale.
Ho chiamato il call center e loro mi hanno detto che il contratto è stato modificato i primi di settembre a seguito di una proposta commerciale che avrei ricevuto sul mio cellulare e che io avrei accettato. E' ovvio che io non ho mai ricevuto nessuna telefonata e nessuno mia ha mai informato fino ad oggi del fatto che il  mio contratto era stato modificato. Che posso fare?

Federico N.

Re:modifica dell'abbonamento cellulare ma non l'ho chiesto
« Risposta #1 il: Ottobre 21, 2013, 10:24:56 am »
Purtroppo è diventata pratica piuttosto ricorrente da parte di molti erogatori di servizi (non solo di telefonia) quella di proporre modifiche (o sottoscrizione di nuovi contratti) attraverso lo strumento telefonico dando per perfettamente valido il consenso espresso verbalmente. Questa modalità ha normalmente la caratteristica di avere un supporto derivante dalla registrazione della telefonata (previo consenso espresso dall'utente) al fine di poter successivamente dimostrare l'avvenuta manifestazione di volontà, altrettanto spesso la procedura è totalmente automatizzata.
Trattandosi di una modalità particolare è normale che sia prevista una necessaria modalità di recesso e questo dovrebbe essere segnalato al consumatore in modo chiaro ed esplicito.

Nel suo caso procederei con l'invio di una lettera (raccomandata) con la quale comunicare in ogni caso il proprio recesso dalle attuali condizioni contrattuali contestando le modalità di costituzione del rapporto contrattuale ed inviandola per conoscenza al Co.Re.Com. competente per territorio.
In caso di successiva controversia è necessario presentare apposita istanza al citato Co.Re.Com.


Le segnalo questo approfondimento:
Tutela del consumatore: piccolo vademecum sulle pratiche commerciali ingannevoli, scorrette, illecite e strumenti di tutela per il consumatore Le pratiche commerciali scorrette, ingannevoli o illecite, alcuni esempi in riferimento alle vigente normativa di protezione del consumatore: come comportarsi se...